Errore 503 “Service Unavailable” di WordPress

Come risolvo l’errore 503 “Service Unavailable” di WordPress quando installo un plugin?
In che modo posso risolvere e d evitare la comparsa dell’errore 503 con WordPress durante l’installazione di temi e plugin?

WordPress è il CMS più usato al mondo, super ottimizzato e apprezzato anche dai motori di ricerca, quasi esente da difetti potremmo dire, giusto?

Sebbene con la giusta configurazione e un continuo miglioramento del CMS nel tempo, in realtà a molti utenti potrebbero ancora capitare cose spiacevoli e di difficile risoluzione.

Come nel caso dell’errore che andremo ad affrontare in questo articolo, ovvero quello che si presenta durante l’installazione di aggiornamenti dei plugin, temi o traduzioni in WordPress, errore con codice 503, accompagnato dal messaggio “Service Unavailable“.

Qui di seguito vedremo in cosa consiste e come risolvere l’errore.

Soluzione all’errore 503 “service unavailable” di WordPress

In WordPress, l’errore in questione si presenta durante la fase di aggiornamento e di installazione dei componenti esterni, quali plugin, temi, traduzioni e update di sistema. Il messaggio è generato dal server su cui è ospitato il sito web.

Service unavailable 503
Screenshot della pagina generata da WordPress

Questo errore dunque, è causato da problemi durante la fase di download o di installazione dei nuovi file. In altri casi anche da cali di connessione.

Il fatto che si venga reindirizzati ad una pagina di errore (503) è perché WordPress, prima di iniziare ad installare i componenti, imposti in automatico la modalità manutenzione al sito.

Non avere paura, il tuo sito non verrà danneggiato da questa procedura. Se il server è in sovraccarico di richieste, potrebbe rallentare la procedura di installazione prolungando i tempi di disattivazione di questa modalità.

Nel caso invece in cui la modalità manutenzione non venga disabilitata automaticamente, procedi manualmente: Come disattivare la modalità manutenzione di WordPress.

Ora il sito web dovrebbe essere tornato online pienamente funzionante, e se dovesse riaccadere, basterà ripetere la procedura.

Un ulteriore consiglio: Nel caso la comparsa dell’errore persista nel tempo, oppure i metodi precedenti non abbiano risolto il problema (potrebbe derivare da altre cause), contatta il prima possibile il tuo hosting provider per cercare una soluzione più adeguata.

Accade molto frequentemente con hosting economici e poco curati, pensa di sostituirlo con uno più performante (leggi la nostra guida e classifica qui).

Leggi anche: Come personalizzare la pagina della modalità manutenzione di WordPress

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA