Sito HTML vs WordPress – Qual è il migliore?

Realizzare un sito interamente in HTML oppure affidarsi ad un CMS come WordPress? Qual è la scelta migliore? Qual è il più sicuro?

Da diversi anni il dubbio che più attanaglia i meno esperti del campo del web è “realizzare un sito in HTML oppure usare un CMS?”. Spesso a causa della poca esperienza e delle poche informazioni che si trovano riguardo questo argomento, ma anche un po’ per la sua complessità.

In questo articolo cercheremo di spiegare brevemente, ma nel modo più preciso possibile, le differenze tra un sito in HTML (e CSS) e un sito realizzato e gestito con WordPress.

Creare un sito HTML o con WordPress?

Prima di iniziare a spiegare le differenze, è bene sottolineare che per CMS, WordPress nello specifico, intendiamo la piattaforma open-source wordpress.org e non il CMS online wordpress.com, che sono differenti.

Sito statico – HTML

Cosa significa sito statico?

Per sito statico, o pagina statica, si intende uno o più documenti scritti in puro HTML, con informazioni, testi, immagini, e tutto il contenuto scritto manualmente attraverso il codice HTML.

html logo
Logo HTML 5

Per contenuto statico infatti, si intende quello che non può essere modificato esternamente e che resta inalterato per lungo periodo finché un webmaster o una persona adibita (che conosce l’HTML) non esegua una modifica manuale al codice, cancellando o aggiungendo tag HTML.
Così anche tutti i link interni alla pagina dovranno essere modificati manualmente.

Non esistono procedure automatiche per rendere il compito più veloce e facile, e l’editing non può essere fatto da mano inesperta poiché si dovrà agire direttamente nei file contenuti nel server, con estensione .html o .htm.

Nella fase di visualizzazione (a differenza di WordPress che vedremo di seguito) non c’è una fase di elaborazione dei dati da parte del server, ma le pagine verranno restituite così come sono state realizzate, come un foglio di carta stampato.

Quindi, la definizione “sito statico” deriva proprio da questo fatto.

Un sito statico è sicuro?

Dietro un sito statico HTML non c’è un elaborazione di dati, né un database. Questo significa che i dati contenuti nella pagina non possono essere alterati nel server.

Se non ci sono dati né database, non può essere effettuato nessun tentativo di hacking atto a rubare informazioni o a manomettere il sito. Perciò un sito statico è inattaccabile, a discapito però della personalizzazione e gestione semplificata.

Inizia ora il nostro corso HTML gratuito.

Sito dinamico – WordPress

Un sito statico è completamente sicuro, ma non può essere gestito facilmente se non da utenti esperti. Al contrario un sito dinamico con CMS facile da usare, con un interfaccia grafica lato client con la quale gestire ogni aspetto del sito e dei dati contenuti.

Un sito WordPress o dinamico è realizzato in PHP (o altri linguaggi) con un database SQL per i dati. Le pagine che lo compongono vengono generate di volta in volta prelevando i valori dal database e non esistono pagine statiche non modificabili.

In un sito dinamico avviene una pre-elaborazione delle pagine, che converte i file da .php a .html in modo che i browser possano visualizzarle correttamente. Da un certo punto di vista potremmo dire che il risultato finale sia che gli utenti visualizzino sempre delle pagine statiche, ma che hanno avuto un processo di conversione.

Un sito dinamico è scuro?

Per richiedere i valori dal database, per poi generare le pagine web del sito, avviene una query o richiesta al database dal server. Le query hanno ruoli differenti, possono prelevare, modificare o cancellare i dati contenuti nel database SQL.

simbolo database - icona

Se il sito non è messo in sicurezza, eventuali hacker possono far leva sulle query per accedere ai dati. Le eventuali conseguenze sono: furto dei dati personali degli utenti iscritti, eliminazione delle informazioni, manomissione delle pagine (con pubblicità invadenti e link corrotti), e molto altro.

Questa pratica di hacking è chiamata “query injection“.

Detto questo, l’uso di un CMS come WordPress, da anni sulla piazza e in continuo aggiornamento, non è un rischio ed è molto sicuro. Rischiano molto di più siti dinamici amatoriali o realizzati da persone poco esperte.

wordpress.org logo

Per cui si consiglia sempre l’uso di WordPress, anche per neofiti, grazie all’elevata personalizzazione, sicurezza e alla grande community di supporto.

Eventuali falle di sicurezza sono dovute anche alla noncuranza degli utenti verso le più comuni pratiche. Leggi come mettere in sicurezza i tuo sito WordPress.

Conclusioni

Come abbiamo già detto, un sito HTML o un sito WordPress hanno grandi differenze.

In termini di sicurezza è vero è un sito statico HTML è sicuro al 100%, ma questo non significa che un sito WordPress sia da meno, anzi, negli anni si è evoluto al punto da diventare il primo CMS al mondo anche grazie all’elevata sicurezza che offre.

Dal lato della personalizzazione il discorso cambia: Con un CMS si possono gestire facilmente l’aspetto, i contenuti e gli elementi delle pagine con pochi click. Con un sito statico invece non è possibile modificare i dati se non con l’azione manuale sui file .html.

Sta a te ora scegliere come realizzare il tuo prossimo sito web, considerando quello che abbiamo descritto. Se vuoi iniziare con WordPress, leggi qui come fare.

Leggi anche: Come caricare archivi e file .zip in WordPress senza plugin

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA