sistemi operativi open source

Sistemi Operativi Open source – In poche parole.

Hai mai sentito parlare di Tux? Se non lo conosci, sono convinto che tu l’abbia visto almeno una volta navigando sul web. Si è proprio lui! Il simpatico pinguino che fa da mascotte al sistema operativo open source più famoso al mondo, Linux.

Logo Linux

Ora ti chiederai perché iniziare una panoramica da un sistema operativo specifico? Presto detto; Linux o Gnu Linux non è solo un sistema operativo open-source, ma è IL sistema operativo per eccellenza, libero in ogni suo aspetto.

Linux è un Kernel, ovvero un software che si interfaccia con l’hardware del PC, integrato con altri software e utility per permetterne l’uso anche ad utenti che non conoscono la programmazione.

Non mi dilungherò su questo punto, ma credo sia utile sottolineare la grandezza dell’idea che si cela dietro questo progetto, le potenzialità infinite che nasconde e che, secondo il mio punto di vista, non sono state sfruttate mai completamente appieno.

Ad oggi, è possibile notare come questa sua caratteristica abbia permesso il proliferarsi di moltissimi sistemi operativi creati da vari utenti, che approfittando della gratuità e flessibilità del Kernel di Linux hanno creato prodotti in maniera massiccia e diversificata. Basta dare un occhiata sulla pagina ufficiale di Linux:

Tipi di sistemi operativi Linux

Ubuntu è forse il più conosciuto e utilizzato, ideato nel 2004 come prodotto libero e alternativo, facile all’utilizzo e ottimizzato anche per PC di vecchia data (io lo provai su un pc dalle componenti obsoleti e lo riportai “quasi” a nuova vita). In grandi linee, ci sono anche altri OS come Manjaro o Solus, altamente open source.

Oltre quelli di cui ho parlato è importante citare, ChromeOs il sistema operativo di Google e SteamOS, della famosa piattaforma videoludica della Valve. Entrambi sono ottimizzati per essere leggeri e univoci, realizzati allo scopo di rendere fruibili i servizi dei produttori.

Ad esempio SteamOS o anche Steam machine, permette di implementare l’hardware del PC trasformandolo in una console vera e propria.

SteamOS

Concludo esprimendo il mio dissenso riguardo l’idea di concorrenzialità tra i sistemi operativi sopracitati e quelli convenzionali (Windows e Mac) poiché il focus di riferimento è diverso.

Mi viene in mente la differenza tra un panino comprato in un fast food e un piatto di alta cucina, uno è un prodotto rapido e di facile utilizzo creato appositamente per una massa di consumatori, l’altro è un prodotto esclusivo e libero per alcuni specifici utenti. Sono diversi, e a volte, possono essere caricati nello stesso hardware.

Non ho parlato nello specifico dei vari sistemi operativi di proposito, poiché mi interessava centrare il focus sulla panoramica di tali software e sulla motivazione che ha animato i loro creatori, riservandomi di redigere presto guide specifiche per i più famosi.

Per saperne di più non ti resta che leggere le prossime guide ed iscriverti alla nostra Newsletter.

Stay Tuned!


Leggi anche: Ripristino sicuro di Windows 10

Articoli Recenti

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA