Redirect 302 – Reindirizzamento temporaneo

Cos’è un redirect 302? A cosa serve il reindirizzamento temporaneo di una pagina web? Come si usa e come si scrive un redirect 302 con il file htaccess?

Ti è mai capitato di visitare un sito web e di visualizzare messaggi come “sito in manutenzione” o “pagina in aggiornamento“?

Sono certo che li avrai visti anche tu, magari un blog a cui sei affezionato o un sito di notizie. Ogni sito web che si rispetti, viene costantemente aggiornato con nuove funzioni e correzioni. Questa procedura comporta una temporanea disattivazione del sito stesso, che a seconda della tipologia e della grandezza dell’aggiornamento può durare anche diverse ore.

Ma cosa avviene alle pagine del sito durante l’aggiornamento?

Questo può variare in base alle scelte del webmaster, ma in molti casi quello che avviene è un reindirizzamento temporaneo, ovvero un redirect momentaneo forzato dal server per l’intero sito web ad una specifica pagina dedicata (creata appositamente per quell’occasione).

Questo redirect è riportato con il codice server “302“.

Ma cos’è nello specifico un redirect 302? Come impostarlo per il proprio sito?

Potrebbe interessanti un argomento simile: Come personalizzare la pagina di manutenzione in WordPress?

Tutto sul Redirect 302

Descrizione

Come già accennato, un redirect (o reindirizzamento) 302 è un temporaneo dirottamento delle pagine del sito web verso un altro indirizzo/URL. Questo può sia essere interno al sito o esterno, in base alle necessità.

Un uso comune quello per l’impostazione di una pagina di manutenzione, per avvertire gli utenti che al momento quel contenuto non è disponibile, ma tornerà a breve.

Un aspetto importante di questo tipo reindirizzamento è che non trasferisce valore tra le pagine interessate, come ranking o page authority; Per cui i motori di ricerca non valuteranno la qualità della pagina di destinazione e non danneggerà quella originaria

Ciò non significa che questa non possa penalizzare a livello SEO. fai sì che la pagina di destinazione sia chiare, coerente con il sito web ed esistente (no 404), e ricordati di rimuoverla o passa a un cambio permanente con il redirect 301.

Leggi anche: Differente tra redirect 301 e 302

Per scrivere reindirizzamenti 302, possiamo affidarci al file htaccess presente nel server del sito, scrivendo al suo interno una semplice istruzione con gli URL interessati.

Vediamo di seguito la procedura per il redirect.

Come si usa

Per scrivere un redirect 302 facciamo uso del file .htaccess, indicando un istruzione specifica seguita dall’URL della pagina da visualizzare in sostituzione del sito.

Di seguito un esempio del reindirizzamento:

# Esempio Redirect 302 sito
Redirect 302 https://www.miosito.com/temp.html

Puoi copiare e incollare il codice nel tuo file htaccess, ti basterà modificare l’indirizzo della pagina temporanea dove indicato “https://www.miosito.com/temp.html“.

Con questa istruzione, il server apache devierà ogni richiesta del sito alla pagina “temp.html” (nome indicativo).

Ti basterà quindi procedere come descritto e pubblicare le modifiche in htaccess, da quel momento avrai il tuo reindirizzamento temporaneo 302.

Prima di procedere con la modifica del file htaccess, esegui un backup. Se il file .htaccess non è presente nel server, scopri come crearlo.

Leggi anche: Come reindirizzare un sito ad un altro

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA