Microsoft Arc Mouse – Recensione

Il mouse è il nostro fedele compagno durante l’utilizzo del PC assieme alla tastiera, indispensabile da possedere fin dal primo giorno in cui è stato inventato e che semplifica le nostre vite informatiche senza rendercene conto.

Immagina di non poter usare più il tuo mouse da un momento all’altro, cosa potrebbe sostituirlo con la stessa efficienza e reattività? Nulla, nemmeno un trackpad.

Da sempre, anche il mouse più economico è uno strumento composto da un minimo di 3 pulsanti, senza bisogno di elencarli, e nel tempo si è evoluto poco e niente, tranne che nel design.

Ai giorni nostri però si cominciano ad intravedere evoluzioni molto interessanti, come quella del Microsoft Arc Mouse.

Microsoft Arc mouse
Arc mouse – foto da amazon.it

Dopo diverso tempo di utilizzo, vogliamo esprimere le nostre opinioni in merito a questo innovativo mouse, elencando i punti a favore e a sfavore, l’economicità, il design, la piacevolezza d’uso e molto altro.

Quella che andremo a recensire è la seconda versione (2019) dell’Arc Mouse, e non quella precedente.

Arc Mouse. Recensione del mouse touch Microsoft

Il design

Partiamo subito dai punti che più risaltano e incuriosiscono del Mouse “Arc“.

Il design è a nostro parere affascinante, disponibile in diversi colori (nero, platino, blu, verde, rosa e bordeaux) e realizzato con materiali di qualità, sia al tatto che a vista, ben rifinito sotto ogni aspetto. Il mouse è diviso essenzialmente in due parti: quella anteriore con i tasti, l’area touch e vano delle batterie; e posteriore, la più particolare.

Parte inferiore

Questo dispositivo infatti, si distingue dalla massa grazie al sistema pieghevole nella parte posteriore (dove poggia il palmo) che consente di riporlo in qualsiasi posto senza difficoltà. La piegatura ha due regolazioni e funge anche da accensione/spegnimento.

Se attivato, è possibile intravedere un piccolo led al centro del mouse per indicarle l’accensione avvenuta.

Nella parte inferiore ha due piedini di appoggio e il sensore laser per il movimento del cursore e il tasto di connessione bluetooth.

Funzionalità

Di base l’Arc Mouse di Microsoft è alimentato con due batterie esterne di tipo AAA. Il metodo di connessione è bluetooth, efficiente anche a diversi metri di distanza dal dispositivo.

Il sistema di acquisizione di tipo laser, che rileva i movimenti della periferica, è molto preciso e funziona anche su superfici riflettenti come il vetro. Unica “pecca” riscontrata è la posizione del laser, posto nella parte frontale del lato inferiore del mouse, scelto per esigenze progettuali derivare dal sistema di piegatura.

Il problema sta proprio qui. In genere siamo abituati a mouse con acquisizione ottica al centro del dispositivo. Spostare questo punto equivale a doversi riabituare a nuovi movimenti, che per i primi tempi di utilizzo comporta perdita di precisione e velocità.

Livelli di piegatura del mouse

I tasti del mouse, il sinistro e il desto, sono fisici, la classica “rotellina” è sostituita da un sistema touch. Basta scorrere il dito in verticale per ottenere gli stessi effetti.

Con il software dedicato Microsoft per mouse e tastiere è possibile aggiungere e personalizzare altre funzioni come lo scorrimento touch orizzontale o simulare il click della rotellina tramite l’uso di tre dita contemporaneamente.

Infine, nella zona pieghevole è presente un magnete (non visibile) per l’uso integrato con i dispositivi surface.

Ergonomia

L’ergonomia dell’Arc mouse ha punti a favore e a sfavore. Il mouse è abbastanza comodo da usare anche sa il palmo della mano non si adatta totalmente alla superficie. Il tutto è compensato dal materiale anti scivolo che non fa sforzare eccessivamente la mano per il mantenimento della presa.

Mouse piegato e acceso
Arc Mouse acceso – foto da amazon.it

Il “ponte” che si crea con il sistema di piegatura è molto accentuato e non regolabile, costringe il palmo a stare molto rialzato e potrebbe compromettere l’ergonomia e la maneggevolezza del mouse.

Considerazioni

Innovativo e con un design moderno. Questi sono i punti di forza del mouse Arc di Microsoft. Un bell’oggetto da tenere e portare con sé, facile da trasportare e che occupa molto poco spazio. Non ha bisogno di chiavette USB esterne per funzionare, grazie alla connessione bluetooth. La durata delle batterie è durevole e grazie al sistema di piegatura è facile notare quando il mouse resta accesso.

A nostro parere, il mouse è desistano prevalentemente a utenti che fanno uso sporadico del PC o applicazioni non impegnative.

Per professionisti o per usi intensivi del computer con software di grafica o anche programmazione, ne sconsigliamo l’acquisto. Questo a causa della scarsa precisione che può fornire l’Arc mouse.

Tutto questo considerando anche il prezzo medio di 70€/80€ del mouse. Poco accessibile per molti, se ne consiglia l’acquisto solo in offerta (è possibile acquistare il mouse anche a 40/50€).

Clicca qui per vedere le ultime offerte di Amazon.

Leggi anche: Come formattare Windows 10

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA