Formattazione del testo – Corso LaTeX

In questa sezione del nostro corso di LaTeX riprenderemo la disamina dei vari comandi che dovrai utilizzare per poter ottenere il miglior prodotto possibile, scoprendo come formattare il testo, i caratteri e il font dell’elaborato.

Dopo aver compreso come strutturare il contenuto con LaTeX, e la sua impaginazione, ora è il momento ti parlare dello stile vero e proprio.

Se non hai ben chiaro qualche passaggio precedente, puoi consultare il programma del corso qui.

Formattare il testo in LaTeX

Molto spesso è necessario inserire nel testo uno stile diverso in base al tipo di argomento di cui si sta scrivendo, alcune volte occorre evidenziare un passaggio per renderlo più visibile, oppure semplicemente utilizzare un corsivo e grassetto per indicare un altro componimento o magari un nome proprio di persona o oggetto; meno usuale è certamente l’uso del maiuscoletto che serve perlopiù quando si sta scrivendo una tesi di laurea.

Se tu dovessi modificare il font o lo stile in un altro editor di testo, ti basterebbe selezionare la parola o la frase e poi cliccare l’icona corrispondente nel menu strumenti del programma stesso; ciò in LaTeX, per i motivi di cui abbiamo parlato nell’introduzione, non è possibile e quindi dovrai inserire dei comandi specifici per effettuare questa modifica e formattare il testo in base alle proprie esigenze.

Ad esempio se io volessi inserire una parola in corsivo all’interno di una frase, dovrei scrivere questo comando:

Hello \textit{World}

Il risultato sarà il seguente: Hello World;

Come puoi vedere, per ottenere un testo in corsivo, hai bisogno di inserire la parola (o frase) nelle parentesi graffe del comando \textit{}.

Questo banalissimo esempio ci serve come esempio preliminare di come dovrai utilizzare tali comandi per poter ottenere uno stile diverso, prima di vedere come combinare i vari stili, può essere utile fare una disamina dei comandi più comuni e utilizzati in LaTeX per modificare lo stile del proprio contenuto.

Comandi per modificare lo stile del testo

Prima di iniziare a parlare del font e delle sue caratteristiche di LaTeX, credo che sia utile ai nostri fini inserire un breve elenco di questi comandi, ti accorgerai rapidamente che non sono poi così complicati da imparare e che non occorre alcuno studio pregresso di programmazione per utilizzarli.

Ti consiglio di provarli uno ad uno ed esercitarti a scriverli affinché tu possa memorizzarli in pochi minuti.

I comandi sono i seguenti:

  • \textit{} – Corsivo;
  • \textbf{} – Grassetto
  • \textsl{} – Obliquo;
  • \underline{} – Sottolineato;
  • \textsc{} – Maiuscoletto;
  • \emph{} – Enfatizzato.

Puoi unire le differenti proprietà in questo modo:

\textit{\textbf{..Testo in corsivo e grassetto..}}

Modifica delle dimensioni del font

Nel precedente articolo abbiamo visto come si può scegliere una determinata tipologia di documento, sia inserendo i parametri in \documentclass oppure scegliendo la tipologia di documento nelle procedure guidate di TexStudio.

A seconda del documento scelto, ti accorgerai che LaTeX imposterà un font specifico, a volte simile altre volte completamente differente.

Nel caso questa impostazione predefinita non sia di tuo gradimento, potrai sempre cambiarla manualmente. Infatti, è possibile inserire ulteriori istruzioni o comandi atti a modificare font o stile nel testo.

In LaTeX è possibile modificare ogni elemento singolarmente, e la modifica delle dimensioni dei caratteri non fa eccezione.

Latex, caratteri con dimensioni differenti

Come puoi osservare dall’immagine, ho inserito una grandezza differente per ogni lettera della parola “worldwide“, affinché tu potessi avere idea di quale risultato potrai ottenere utilizzando questi comandi in modo corretto.

Di seguito la lista dei comandi principali per modificare questa impostazione, dal formato più piccolo al più grande:

  • \tiny (più piccolo)
  • \scriptsize
  • \footnotesize
  • \small
  • \normalsize (prefefinito)
  • \large
  • \Large
  • \LARGE
  • \huge
  • \Huge(più grande)

Come vedi sono molti, anche se non credo di averne mai utilizzati più di tre o quattro. In ogni caso, ritengo che sia lodevole pensare che non si sia lasciato nulla al caso e tale ottimizzazione rende il prodotto potenzialmente completo.

Per usarli nel codice:

\Large Lettere grandi
\small
    Questo è un esempio di testo in formato small
\normalsize 
    Grandezza standard delle lettere
esempio di grandezze differenti in latex

Caratteri speciali, accenti e simboli

Alcune volte quando devi scrivere un testo complesso, potresti aver bisogno di inserire un carattere speciale o un accento per evitare errori ortografici o semplicemente perché per esprimere un determinato concetto necessiti di una parola o simbolo appartenente ad una lingua o alfabeto diverso.

Ebbene, mentre in altri editor di testo puoi trovare la casella caratteri speciali nel menu strumenti o in un’apposita finestra dedicata, per avere il medesimo risultato con LaTeX dovrai ancora una volta fare uso dei comandi.

Un esempio pratico:

Wald Stra\ss e

L’editor alla scrittura di questo comando, leggerebbe automaticamente la ” Eszett” o “ß”, lettera tedesca per indicare la “doppia s“; perciò il contenuto finale sarebbe “Wald Straße“.

Questo principio vale per la più parte delle lingue che potrai utilizzare, e ovviamente, per ognuno di questi caratteri ci sarà una modifica da effettuare nel testo.

Questa procedura è utilizzata anche per l’inserimento di caratteri accentati e altri simboli meno comuni. Per la lingua italiana non sono molti, ma è bene elencare i più utilizzati:

  • \‘o = ò
  • \’o = ó
  • \”o = ö
  • \~o = õ

Combinare grandezza e stile dei caratteri

Naturalmente prima di poter utilizzare tutti questi comandi correttamente per la formattazione del testo in LaTeX, occorre sapere come poterli utilizzare in modo combinato.

Ogni proprietà per la modifica dello stile in LaTeX può essere unita ad un’altra, semplicemente scrivendo i comandi in modo sequenziale.

Per esempio, per unire parametri diversi:

\Large Lorem \textit{ipsum}

Se utilizzi un software dedicato a LaTeX come TexStudio potresti trovare queste opzioni sottoforma di strumenti rapidi. Tuttavia consiglio sempre di impararle a memoria per velocizzare la creazione del documento ed eventualmente saper dove andare a modificare i comandi già esistenti.

Scrivere commenti di codice […] ⇨

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA