Corso LaTeX – Introduzione

Questo articolo è il primo di una serie dedicata al nostro corso LaTeX realizzato da BytePost; dedicato a tutti coloro che vogliano imparare le basi per utilizzare in modo semplice tale strumento, che in senso lato, si potrebbe definire di composizione tipografica, in linea con il suo utilizzo più frequente.

Tale corso seguirà uno schema graduale, partendo dalle nozioni più elementari raggiungendo poi nozioni sempre più dettagliate e, se vogliamo, “complesse”.

Quindi, come anticipato inizierò facendo una distinzione tra il programma di composizione tipografica chiamato Tex e il successivo LaTeX, ovvero quello su cui è basato tale corso.

Trova altri corsi gratuiti BytePost nella sezione dedicata.

Introduzione a LaTex

Tex, LaTeX e cenni storici

Tex; ovvero Il programma che fa da motore di tipocomposizione a LaTeX, è stato creato da Donald Ervin Knuth, professore di informatica di Stanford nel lontano 1977, e distribuito sin dalla sua creazione come software open-source.

Il secondo programma invece, chiamato LaTeX, è stato creato da Leslie Lamport (un collaboratore del professore) più o meno in contemporanea con il primo progetto.

logo latex

La differenza più grande tra i due è che mentre il primo presenta un linguaggio complesso e privo di automatismi, il secondo punta a rendere tale linguaggio più accessibile e fruibile per l’utente finale, appunto “automatizzando le operazioni più semplici” permettendone l’uso anche ad utenti meno esperti. E per questo motivo il corso si concentrerà interamente su quest’ultimo.

Il primo software è stato rilasciato nel lontano 1985, aggiornato in modo sostanziale soltanto nel 1994 a cura di un team di programmatori, oggi può essere scaricato gratuitamente in tutte le sue versioni.

N.B. Il manuale ufficiale è “A document Preparation system” scritto da Lamport nel 1994.

Peculiarità e differenze con i comuni editor di testo

La differenza con gli altri elaboratori di testo è il sistema di scrittura “What You See Is What You Mean” (WYSIWYM), con composizione asincrona.

La peculiarità che differenzia LaTeX da altri programmi di videoscrittura è proprio nella sua filosofia di composizione, ovvero utilizzando la maggior parte dei comuni software ci si trova di fronte ad un sistema di composizione sincrona. L’utilizzatore agisce direttamente sul testo e può visualizzare in tempo reale ciò che sta scrivendo, quindi sia il testo che la programmazione sono immediati (poiché l’utente non visualizza il codice sorgente, che è generato automaticamente).

anteprima codice latex
Schermata di lavoro in LaTeX – I dettagli nei successivi articoli del corso

In LaTeX ciò non avviene, l’utilizzatore dovrà concentrarsi interamente sul contenuto e la struttura del proprio elaborato e solo dopo averlo impaginato potrà visualizzare l’anteprima del prodotto finale e convertirlo in un file di lettura. Si potrebbe definire tale prodotto come il miglior modo per concentrarsi sul contenuto di un testo senza preoccuparsi o compiere astrazioni legate ad un gusto prettamente estetico.

Con questo non voglio dire che il prodotto finale non sarà esteticamente accettabile, anzi! Tutti i testi che ho elaborato con LaTeX risultano estremamente adeguati, e l’impaginazione automatica che il programma stesso elabora e organizza in base al paragrafo rende il prodotto finale davvero di alta qualità.

Perché scegliere LaTeX? Vantaggi e svantaggi

Vantaggi

Abbiamo iniziato il nostro corso parlando della differenza più grande con gli altri elaboratori testuali, ma ce ne sono molte altre come la qualità finale del prodotto che in molti casi è superiore a quella di altri programmi, un impaginazione automatica e perfettibile del prodotto finale e una gestione dei capoversi di livello tipografico.

Senza dimenticare che è uno strumento completamente gratuito, multilingua e adatto ad ogni sistema operativo.

Svantaggi

La composizione asincrona non è pensata per un utilizzo semplice e immediato, quindi avrai bisogno di un po’ di tempo per abituarti a questo tipo di composizione (rispetto a software pi utilizzati come MS Word ad esempio), poiché in base al comando che inserirai dovrai pensare e immaginare il contenuto prima di poterlo visualizzare.

Essendo un programma basato su un determinato codice, la rimozione anche di una semplice stringa comporta la riorganizzazione di interi paragrafi o capoversi, per questo motivo è importante eseguire bene ogni comando onde evitare di dover risolvere in un secondo momento un problema di impaginazione o di stile.

Conviene usare LaTeX?

Se sei alla ricerca di un programma semplice per scrivere la lista della spesa, un biglietto di auguri o un dèpliant per la tua attività, la risposta è No.

Poiché per tale tipologia di prodotto è preferibile utilizzare un programma che utilizza un elaborazione sincrona di dati, affinché tu possa visualizzare nell’immediato l’anteprima del prodotto finito, e per dirla in modo schietto, non ha senso utilizzare un programma tanto elaborato per contenuti cosi semplici.

Mentre se hai necessita di redigere un contenuto più alto e professionale, come un libro o una tesi di laurea e quindi hai bisogno di inserire molte fonti bibliografiche, un sommario o magari equazioni matematiche nel testo, LaTeX è di gran lunga il miglior programma possibile per le tue esigenze.

Ora non ti resta che iniziare ad imparare ad utilizzare LaTeX per la scrittura dei tuoi testi, ma prima di tutto avrai bisogno di scaricare ed installare il programma per la compilazione.

Continua con: Corso LaTeX – Le basi

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA