È possibile convertire un sito HTML in WordPress?

Hai un sito realizzato in HTML e desideri scoprire se sia possibile convertirlo per utilizzarlo con il CMS WordPress? E se possibile, come fare?

Da moltissimi anni WordPress è la piattaforma preferita dai webmaster per la realizzazione dei siti web, principalmente di blog e siti personali.

Questo perché il CMS è facile da utilizzare e soprattutto è open source, perciò chiunque ha modo di scaricarlo ed utilizzarlo gratuitamente; inoltre è supportato da un enorme community ed è in costante aggiornamento.

Detto questo, c’è comunque una cerchia di utenti che predilige l’uso di piattaforme alternative per la realizzazione e pubblicazione dei siti web, anche alternative ai CMS.

Per quanto gli utenti che prediligono la programmazione esclusiva dei siti con il solo in HTML (e CSS) siano con il tempo diminuiti, essi sono presenti (seppur molti preferiscano utilizzare i CMS come sopra menzionato).

Spesso gli utenti che realizzano siti in HTML però, sono principianti alle prime armi, magari appena usciti da un corso specifico, e che in seguito hanno pensato di creare il loro primo sito internet tramite le conoscenze acquisite.

Questo articolo è pensato proprio a questo gruppo di utenti; perché?

Alcuni di questi mi rivolsero le loro perplessità e dubbi riguardo la creazione di siti, ma la domanda che più mi fece incuriosire fu: “Posso convertire il mio sito in puro HTML per utilizzarlo su WordPress?

So che per molti può sembrare una cosa scontata e poco utile, ma per molti principianti è un quesito a cui è difficile trovare risposta.

Dunque, per chiunque fosse interessato alla risposta, qui sotto darò tutte le informazioni questo argomento.

Convertire un sito HTML e usarlo su WordPress. Si può fare?

La realtà è spesso dura da accettare. La risposta a questa domanda è “No“, non si può fare.

Tra i due tipi di sito c’è un abisso. Un po’ come un testo stampato su carta (non modificabile) confrontato con un file di testo sul computer.

Ma andiamo con ordine.

Le differenze tra i siti

Quando si parla di sito web realizzato in puro HTML, ci riferiamo a un gruppo di documenti in formato .html (pagine) con al loro interno istruzioni e tag specifici.

Questi tag sono appunto HTML (Hypertext markup language), ed ognuno di essi ha un ruolo ben specifico nella pagina web.

Per saperne di più segui il nostro corso HTML.

Questo significa che ogni elemento visibile in una qualsiasi pagina è già stato precedentemente definito dall’autore, e non può essere modificato in alcun modo se non tramite l’azione manuale, di qualcuno con un conoscenza minima di HTML.

Un sito di questo genere è chiamato “statico“.

Ora parliamo dei CMS (come WordPress).

Un CMS (content management system) è una piattaforma interna al sito web con cui gli utenti possono gestire facilmente tutto il contenuto attraverso un’interfaccia grafica, un po’ come un software vero e proprio.

wordpress.org logo

Per funzionare, un CMS non può in alcun modo essere scritto in puro HTML, ma è comunemente realizzato in PHP (il più popolare dei linguaggi per il web, ma ne esistono anche altri). Oltre a questo, l’intero sito si poggia su un database (SQL) in cui vengono contenuti tutti i dati e le informazioni. Ogni pagina viene quindi generata volta per volta.

Un sito WordPress fondamentalmente funziona in questo modo, ed è ciò che lo rende “dinamico“.

Senza entrare troppo nel dettaglio, come dicevamo prima la differenza tra questi due tipi di siti è enorme, un po’ come un documento stampato e un file di testo sul computer.

Il primo è immutabile, per modificarlo dovresti ristamparlo (modifica manuale o attraverso pratiche più complesse); per il secondo ti basta modificare digitalmente il file.

Potrebbe interessarti anche: Sito HTML vs WordPress – Qual è il migliore? Qual è il più sicuro?

Quindi non posso usare WordPress?

In realtà puoi usare WordPress, ma non con il tuo vecchio sito.

L’unico modo per iniziare ad usare un CMS è riscrivere ogni singolo contenuto del tuo vecchio sito non-WordPress nella nuova piattaforma.

Con non poca pazienza, passa in rassegna tutte le pagine e articoli che hai e valuta la riscrittura in WordPress. Ovviamente dopo aver installato il CMS nel server, leggi qui per configurarlo al meglio.

Ovviamente è importante mantenere anche tutti i vecchi URL affinché non ci siano problemi di indicizzazione e penalizzazioni SEO.

Se hai poche pagine te la potresti cavare in poche ore o giorni, altrimenti il lavoro sarà lungo e snervante.

Purtroppo non ci sono altri modi per convertire un sito HTML a WordPress. Valuta sempre quale piattaforma usare per i tuoi siti prima della realizzazione.

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Lasciaci un commento!

Leggi anche: Come scegliere l’hosting giusto per il tuo sito

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA