Come scegliere il cavo Ethernet

Hai necessità di migliorare la stabilità della tua connessione con un nuovo cavo Ethernet ma non sai quale scegliere?
Vorresti capire le differenze tra i numerosi modelli di cavo Ethernet in commercio?
Hai bisogno di cambiare il tuo cavo Ethernet e hai bisogno di maggiori informazioni prima dell’acquisto?

In un periodo in cui la rete Wireless è la scelta preferita di milioni di persone per la connessione ad internet, il collegamento tramite cavo ha perso interesse e numero di utilizzatori nel tempo si è davvero ridotto.

Il cavo Ethernet, anche se considerato “scomodo” da molti per via dell’attrezzatura fisica necessaria e a volte ingombrante, rimane ancora oggi uno dei metodi migliori per connettersi al mondo virtuale.

cavo ethernet

La stabilità e la velocità di connessione che offre un cavo Ethernet resta la migliore possibile, eppure tanti non sanno neppure cosa sia. Fortuna ci siamo qui noi a spiegare loro come funziona un cavo Ethernet e a dare tutte le informazioni per l’acquisto di questo prodotto.

Cavo Ethernet: Come funziona e come scegliere quello giusto

Un collegamento di rete tradizionale si crea attraverso l’uso di un cavo Ethernet che permette di avere una latenza di connessione inferiore a quella che si avrebbe utilizzando una connessione wireless (o per semplificare Wi-Fi).

Quindi scegliere un cavo e cablare la propria connessione domestica può essere vitale per avere un ottima velocità di trasferimento, soprattutto quando si tratta di grandi quantitativi di dati tra sistemi collegati con rete LAN verso un server.

Quindi, se hai una connessione ADSL o meglio ancora una connessione Fibra, è necessario avere un cavo che supporti una determinata velocità di trasferimento, altrimenti, se si usa un cavo non compatibile potrebbe essere limitante, appunto perché non ti permetterebbe di sfruttare appieno la velocità della connessione che hai acquistato dal tuo provider di rete.

Per esemplificare, se la tua connessione ti offre 300 Mb/s (Megabit per secondo) in download o 1Gb/s e stai utilizzando un cavo Ethernet cat-5, non potrai mai sfruttare tale connessione, poiché questa categoria di cavo può trasferire al massimo 100 Mb/s.

Come puoi capire è facile rischiare di scegliere un cavo Ethernet inadeguato alle proprie esigenze (quello che accade a molti), e basterebbe un minimo di informazione in più per non sbagliare acquisto.

Caratteristiche e differenze delle categorie

In grandi linee, tutti i cavi Ethernet hanno lo stesso connettore RJ-45, perciò ad occhio inesperto, “tutti i cavi sono uguali“, niente di più sbagliato.

Anche se il connettore è lo stesso, ci sono altre caratteristiche a differenziare i cavi: in base alla categoria scelta possono supportare una velocità di trasferimento sempre maggiore e in base alla qualità di quello acquistato, ridurre la “dispersione” (il termine tecnico è sia “diafonia”, ma per intenderci è la stessa cosa) e quindi la perdita di velocità o problemi nella dati di trasmissione anche nel caso in cui il cavo utilizzato sia molto lontano dal router o modem utilizzato.

I cavi in questione vengono catalogati e identificati in base alla categoria, basate sulla generazione e tecnologia di costruzione. Ogni categoria, in ordine crescente, differenziano i cavi in base alla velocità di trasmissione massima.
Di seguito la lista delle categorie di cavi Ethernet:

  • Cat 5 – Velocità di trasferimento di 10 fino a 100 Mb/s;
  • Cat-5e – da 100 Mb/s a 1 Gb/s;
  • Cat. 6 – Fino a 10 Gb/s
  • Cat-6a – Versione migliorata del precedente, con velocità di trasferimento di 10 Gb/s fino a 55 metri di distanza e adattabile a frequenze di lavoro sino a 500 MHz.
  • Cat 7 – Velocità massima di trasferimento (10 Gb/s) resta stabile anche utilizzando un cavo di 100 metri.
  • Cat-7a – Versione migliorata del precedente, raggiunge una velocità di trasmissione dati fino a 40 Gb/s.
  • Cat. 8 – Attualmente il cavo Ethernet più prestante. Raggiunge una velocità fino a 40 Gb/s ma ha anche una frequenza di 2000 MHz.

In commercio è possibile trovare molti cavi di queste tipologie ed ovviamente più si sale di categoria, più il prezzo sale. Prima di comprarne uno, è importante valutare altri fattori.

Scegliere il cavo Ethernet migliore

Per scegliere il cavo giusto in base alle esigenze personali e al tipo di connessione disponibile, ovviamente le caratteristiche enunciate nel paragrafo precedente non sono sufficienti.

Per valutare e scegliere il cavo più adatto ci sono ulteriori parametri da tenere a mente, per cui è fondamentale approfondire ulteriormente l’argomento.

Rapporto tra velocità e frequenza

Tale combinazione ci indica la velocità di trasmissione dei dati supportata dal cavo e deve essere considerata tenendo a mente quanti dispositivi saranno collegati alla rete e la velocità della connessione a cui possiamo avere accesso.

In parole povere, se la connessione domestica consente di trasferire file ad una velocità di 1 Gb/s, non è necessario acquistare un cavo Cat.6, poiché questo supporta una velocità di 10 Gb/s e quindi una frequenza di 600 MHz. Dunque pagheresti solamente di più per avere una connettività identica a quella che avresti se acquistassi un cavo Cat.5e.

Come ipotesi e per semplificare, se assumiamo che utilizziamo un cavo Ethernet con una frequenza da 100 MHz non potremmo avere una velocità superiore ad 1 Gb/s, mentre quello da 500 MHz ha come limite massimo i 10 Gb/s.

Qualità del cavo

È importante acquistare un cavo di buona qualità, che sia resistente e ben strutturato per evitare che si usuri prima del tempo.

Anche i cavi invecchiano con il continuo utilizzo, prima o poi tutti dovranno essere sostituiti.

Valuta i prodotti di un buon produttore ed evita gli articoli di dubbia provenienza; questi ultimi infatti, oltre a rovinarsi più rapidamente e facilmente, difficilmente riescono a mantenere le prestazioni promesse.

Se desideri dei cavi Ethernet di buona/ottima qualità, continua a leggere in fondo all’articolo.

Lunghezza del cavo

Banalmente, più il cavo sarà lungo più si creerà il fenomeno chiamato diafonia (o perdita di segnale) quindi a meno che non si acquisti un cavo Cat.7, consiglio e cercare di evitare l’utilizzo di cavi più lunghi di 15 metri.

È risaputo che più la lunghezza del cavo è ridotta, migliore sarà il trasferimento dei dati con la rete.

Cerca di ridurre al minimo la distanza con il modem e, se proprio non puoi fare a meno di utilizzare lunghi fili, almeno non superare i 10-15 metri di distanza.

Schermatura

I cavi per la rete LAN sono realizzati secondo differenti standard, destinati ad usi anche differenti. La schermatura è un fattore importante da valutare, e in commercio è possibile trovarne di vari tipi.

schermatura cavo Primewire
Esempio di schermatura di un cavo Primewire S/FTP

La schermatura consente di proteggere il cavo e la trasmissione da eventuali interferenze. Senza entrare nello specifico, nelle categorie superiori di cavi, quelli che lavorano a frequenze maggiori, in genere sono realizzati con sistemi di schermatura più avanzate ed efficienti.

Puoi valutare il tipo di schermatura leggendo sul cavo uno dei seguenti acronimi:

  • UTP;
  • FTP;
  • STP;
  • FFTP;
  • SSTP;
  • SFTP;

Le ultime sigle equivalgono a schermature migliori, con fili intrecciati, rivestimento con foglio in alluminio e mantello esterno di protezione. Tutti i dettagli potrai trovarli per ogni articolo singolarmente.

Prodotti consigliati

Per aiutare anche i meno esperti, cercherò di elencare alcuni prodotti di qualità, cavi adatti ad uso domestico e aziendale.

I primi prodotti, più economici, che consiglio sono quelli marchiati Amazon Basics. Ho testato personalmente questi articolo per diverso tempo e si sono rivelati più che affidabili, al di sopra delle mie aspettative.

Con i prodotti Amazon infatti è possibile acquistare a basso prezzo cavi Ethernet Cat.7 (anche a meno di 10€).

Qui il link di Amazon.

Se invece hai proprio voglia di un prodotto al top della qualità, potresti considerare le offerte di Primewire, uno dei più grandi produttori attualmente in circolazione.

Vedi le ultime offerte Primewire cliccando qui.

Ad esempio: Cavo Ethernet Cat.8 Primewire, fino a 40Gbps ,a lunghezza variabile, intorno ai 10€

Come potrai notare, il costo massimo per prodotti domestici, con lunghezze fino a 15 metri, non è così proibitivo.

Dunque ti consiglio di valutare uno di questi articoli per goderti al massimo la tua connessione internet.

Leggi anche: Prodotti per aumentare il raggio della tua connessione Wi-Fi

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA