Come inviare la Sitemap.xml a Google

Hai bisogno di inviare la tua sitemap XML a Google per segnalare il tuo sito e velocizzare il processo di indicizzazione delle pagine? Hai un sito web nuovo e vuoi che Google lo analizzi inviando la sitemap.xml dalla Search console, ma non sai come fare?

Una sitemap XML è il documento in formato .xml contenente gli indirizzi di tutte le pagine che compongono un determinato sito web. Con questo file, se correttamente elaborato, è possibile segnalare ogni pagina web ai motori di ricerca e semplificare e velocizzare il processo di indicizzazione, così da poter essere visibili sul web nel più breve tempo possibile e cominciare a ricevere visite.

La sitemap o “mappa del sito“, non è obbligatoria da avere per il proprio sito, ma per una corretta strategia SEO, si consiglia sempre di realizzarla e segnalarla.

I motori di ricerca come Google analizzano migliaia di siti web e le loro rispettive pagine ogni ora, e ogni giorno. Qualsiasi nuovo sito web viene presto rilevato, analizzato dai crawler e poi indicizzato, questo con e senza una sitemap. La presenza di questo file però aiuta i motori di ricerca ad effettuare meglio questo processo.

Questo lavoro di segnalazione della sitemap è compito del webmaster, che elaborerà una sitemap in XML è da caricare nel server, da indicare poi nella console amministrativa del motore di ricerca (nel caso di Google abbiamo la “Search console“, o nel caso di Bing abbiamo “Webmaster Tools“).

Se sei un webmaster alle prime armi, potrebbe farti comodo scoprire in che modo inviare la sitemap del tuo sito a Google. In questa guida ti spiegherò come fare.

Potrebbe interessarti anche: Come inviare una sitemap con Bing Webmatster Tools

Segnalare la sitemap a Google Search console

Requisiti

Per poter inviare una sitemap.xml a Google, è necessario prima di tutto soddisfare questi requisiti:

  • Possedere un account Google;
  • Registrarsi su Google Search Console;
  • Iscrivere il proprio sito alla Search Console seguendo la procedura indicata;
  • Realizzare una sitemap in formato XML;
  • Caricare la sitemap.xml nel server via FTP.

I primi passaggi richiedono una procedura di registrazione su Google e l’apposita piattaforma per i webmaster. Nel terzo passaggio è necessario registrare il nuovo sito ed iniziare la procedura di verifica (Si consiglia il metodo con la modifica dei record DNS del server).

Gli ultimi passaggi prevedono: Di essere in possesso della sitemap da segnalare (per questo step puoi procedere con la scrittura manuale o tramite un tool online gratuito […]) e di caricarla nel server del sito via FTP (Puoi usare filezilla per questo scopo).

file sitemap via ftp

Se hai WordPress, puoi affidarti ai plugin per la generazione della sitemap. Uno di questi è il noto Yoast SEO.

Se rispetti tutti questi requisiti, puoi iniziare con l’invio vero e proprio.

Come inviare

Da Search console di Google abbiamo la possibilità di segnalare la mappa del sito XML presente nel server (precedentemente importata), ci basterà conoscere l’URL per poter inviare la richiesta.

Se hai effettuato l’accesso alla Search console, potrai già notare la voce Sitemap nel menu a sinistra del sito, sotto la scheda Indice.

Pannello Sitemap xml in Google Search Console

Clicca sulla voce per aprire l’area interessata.

Qui non ti resta che inserire l’indirizzo esatto del file XML contenuto nel server.

Area "aggiungi sitemap" in Seach console per inviare il file.

Si consiglia di importare il file nella root principale del sito, così da essere facilmente raggiungibile dal crawler. In questo caso l’indirizzo risulterà, ad esempio, www.miosito.com/sitemap.xml.

Controlla che l’URL sia esatto, scrivi anche il protocollo “http://” o “https://” per evitare problemi. Puoi anche inviare più di un indirizzo. Se il sito lavora con entrambi i protocolli, fai la segnalazione due volte con ognuno.

A questo punto non ti resta che attendere che Google esamini il tuo sito. Non c’è modo di velocizzare il processo, per cui inviare più volte la sitemap non porterà vantaggi.

Nel caso il processo vada a buon fine, vedrai la scritta “Riuscita” sotto la voce “Stato“. Al contrario invece vedrai “Non riuscita” o “Impossibile recuperare“. In questo caso controlla che l’indirizzo del file sia scritto correttamente e non ci sia il blocco per l’indicizzazione (noindex) dei bot.

Controlla anche nel file robots.txt. Segnala la sitemap anche in questo file. Leggi qui come fare.

Leggi anche: Guida definitiva alla SEO.

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA