Come creare un’unità virtuale locale su Windows

In questa guida imparerai a creare e gestire un’unità virtuale su Windows.

Windows 10 è un sistema operativo pieno di strumenti e funzionalità. Anche nelle versioni precedenti al 10, si è sempre distinto per la facilità d’uso e per la grande libertà che concede all’utilizzatore. Anche nell’utilizzo per ambienti professionali, Windows si è sempre dimostrato un affidabile compagno.

In ambito professionale, ho sempre trovato utile la possibilità di creare unità virtuali distaccate dall’unità principale locale “C:” questo perché, attraverso l’uso di un disco virtuale locale è possibile gestire in maniera autonoma ed efficiente i propri progetti e file.

In questa guida ti spiegherò come creare un unità virtuale locale su tuo PC con Windows, anche con versioni precedenti al 10.

Creare un disco virtuale con Windows

Per creare un unità virtuale in Windows dovrai seguire alcuni passaggi, che ti mostrerò qui di seguito. Tuttavia ti consiglio di seguire attentamente le istruzioni, poiché anche la digitazione di un carattere errato nelle aree di testo può portare ad errori, e ti costringerà a ricominciare da capo.

L’unità in questione si comporterà proprio di una comune cartella, poiché questa sarà effettivamente una cartella come le altre. Tuttavia essa avrà una propria unità di riconoscimento e potrà svolgere anche funzioni più complesse. Ovviamente lo spazio di archiviazione su cui si appoggerà sarà quello del disco principale C.

Creare una cartella dedicata

Nel primo passaggio dovremo creare una cartella dedicata che ospiterà tutti i file della futura unità virtuale.
per fare questo:

  • Apri “Questo PC” o “Risorse del computer“;
  • Apri il disco locale C:\\;
  • Crea una nuova cartella (Tasto destro del mouse>Nuovo>Cartella);
  • Rinominarla a piacere, come “DiscoVirtuale“.
crea cartella su disco C

Creazione dell’unità

In questo step creeremo l’unità virtuale avendo come cartella di appoggio quella precedentemente creata, e le assegneremo una lettera specifica di riconoscimento. Per fare questo useremo il prompt dei comandi di Windows.

  • Clicca su Start e digita “cmd” oppure “prompt dei comandi” poi clicca sull’apposita voce (oppure premi Windows+R, poi digita “cmd” e premi invio);
  • Digita subst V: C:\DiscoVirtuale;
  • Premi invio per confermare.
comando subst da prompt dei comandi

Ora apparirà l’unita “V:” in “Questo PC“, accanto a quella C.
Ho scritto V: per comodità, puoi cambiarla con la lettera che preferisci (tranne con quelle native Windows o quelle già usate).

disco V virtuale creato

L’unità virtuale V: è già attiva e funzionante, tuttavia scomparirà al prossimo riavvio a meno che non si segua il terzo e ultimo passaggio.

Creazione automatica dell’unità all’avvio di Windows

Come accennato nel precedente paragrafo, il disco virtuale V: (l’unità) verrà eliminata all’arresto del computer, a meno che non venga definita una specifica istruzione sul registro di sistema per la creazione automatica all’avvio del sistema operativo.

In parole semplici, con una semplice aggiunta al registro di sistema, faremo in modo che il comando subst venga eseguito automaticamente all’avvio del computer, così da avere sempre disponibile la nostra unità virtuale locale.

  • Premi Start e digita “regedit” (o premi Windows+R, poi digita “regedit“) per aprire l’Editor del Registro di sistema;
  • Seguire il seguente percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE>SOFTWARE>Microsoft>windows>CurrentVersion>Run;
  • Clicca con il tasto destro su un’area vuota e seleziona Nuovo>Valore stringa;
  • Rinomina la chiave in “Disco virtuale” e clicca due volte con il tasto sinistro del mouse per modificarla;
  • Nel campo “Dati valore“, digitare subst V: C:\DiscoVirtuale (il comando visto in precedenza);
  • Salva e chiudi.
editor registro di sistema windows
nuovo valore nel registro di sistema

Operazione completata. Ora puoi usare in tutta comodità la tua unità virtuale locale.

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA