Come correggere lo sfarfallio del monitor

L’effetto molto fastidioso di cui sono affetti molti dispositivi dotati di schermo è lo sfarfallio delle immagini, detto anche flickering. Un monitor che presenta questo problema potrebbe risultare addirittura inservibile, inutilizzabile nei casi più gravi poiché l’utente non riuscirebbe a riconoscere gli elementi visualizzati né ad interagire con essi.

Lo sfarfallio delle immagini può essere causato da molti fattori, la maggior parte risolvibili, per altri invece sarà necessaria la sostituzione dello schermo.

Se anche il tuo schermo ha questo problema di flickering, ti spiegherò in che modo è possibile correggerlo e risolverlo, affinché tu possa godere appieno il tuo schermo senza sfarfallio.

Correzione dello sfarfallio dello schermo

Come accennato, lo sfarfallio dello schermo può essere causato da numerosi fattori e non sempre si presenta con le stesse modalità. Il problema nel 90% dei casi si risolve via software o con altri piccoli accorgimenti che ti spiegherò a breve. Per quanto concerne vecchi monitor o device di scarsa qualità potrebbero soffrire dello sfarfallio a causa di un problema hardware, in questi casi è improbabile risolverlo attraverso il software.

Lo sfarfallio, o flickering come preannunciato, si può presentare in modi diversi e attraverso la mostra di “effetti” grafici indesiderati di vario tipo. Sono certo che ti sarà già capitato di vedere uno dei due effetti rappresentati nell’immagine sottostante.

esempio di sfarfallio dovuto a frequenza inadeguata dello schermo
Due differenti tipi di flickering

Il flickering dello schermo può mostrarsi attraverso irregolarità e distorsioni dell’immagine, con puntini (effetto disturbo/noise), righe verticali e orizzontali (parziali o a tutto schermo). Nei casi più estremi, dopo lo sfarfallio, il monitor potrebbe diventare del tutto nero e non mostrare più nulla.

Se ne sei vittima: niente panico! Prova a seguire questi consigli.

I seguenti metodi e consigli aiutano a risolvere anche altri problemi che affliggono i monitor e schermi in generale.

Adatta la risoluzione dello schermo

Causa schede grafiche di vecchia generazione, se hai impostato una risoluzione errata del display, il PC potrebbe non riuscire ad adattare l’immagine e a causare l’effetto sfarfallio (o disturbo parziale).

Seleziona una risoluzione più adeguata:

  1. Clicca con il tasto destro del mouse sul desktop;
  2. Seleziona “Impostazioni schermo“;
  3. Cambia la “Risoluzione dello schermo” con la scelta consigliata.
cambio risoluzione schermo dalle impostazioni di Windows 10

Adatta le impostazioni della scheda grafica

Le GPU dei computer vengono “istruite” per adattare il contenuto visivo in base al display disponibile, che sia quello di un laptop o di un monitor esterno. Tuttavia i software che gestiscono le schede grafiche non sono infallibili e potrebbero presentare bug (come qualsiasi programma). Un controllo manuale del problema non è da escludersi dunque.

  1. Prima di tutto aggiorna all’ultima versione il software di gestione della scheda grafica (Nvidia, AMD o Intel che sia), questo è uno step fondamentale.
    Se la tua scheda non è più supportata, opera con il programma attualmente installato (o vedi la prossima soluzione).
  2. Apri il software aggiornato e cerca le impostazioni dello schermo (la procedura può variare in base al programma);
  3. Imposta il settaggio predefinito o uno che venga gestito in automatico dal programma.
  4. Nel caso il problema persista, cerca eventuali impostazioni di risoluzione, frequenza di aggiornamento, tempi di risposta e fai delle prove cambiando queste impostazioni.

Aggiorna i driver

Mantenere aggiornati i drivers del computer è fondamentale, poiché aiutano a mantenere il PC in forma e ad evitare la comparsa di problemi. Nel nostro caso per correggere lo sfarfallio del monitor è importante aggiornare i driver della scheda grafica (GPU) e installare i driver ufficiali del monitor in uso (per monitor esterno, non per notebook).

  • Aggiorna il driver della GPU scaricandoli dal sito ufficiale o attraverso il software di gestione grafica (se presente sul PC);
  • Aggiorna il driver del monitor dal sito ufficiale (ad esempio HP, Samsung, BenQ etc…). Per scaricare i drivers da alcuni siti dovrai essere in possesso del “codice seriale” del prodotto o del “numero articolo” (presente sul retro o sulla parte inferiore dello schermo).

Dopo aver aggiornato i software, riavvia il PC.

Se non trovi i driver dal sito ufficiale del produttore, usa un programma specifico come “Driver Booster“.

Cambia la frequenza di aggiornamento dello schermo

Spesso il flickering del display capita a causa di un’errata impostazione software e modifica alla frequenza di aggiornamento dello schermo, che non riesce a supportare la frequenza (in Hz) immessa.

Difficile che capiti, poiché i computer moderni riescono a rilevare la frequenza massima del monitor e ad adattarsi per fornire la migliore esperienza. Inoltre molto spesso la frequenza di aggiornamento va impostata manualmente tramite le impostazioni del computer e/o del software grafico.

Scarica gli aggiornamenti da Windows Update

Windows Update è spesso mal visto da molti utenti, non sapendo che in Windows 10 è parecchio migliorato e risulta utile sotto molti aspetti.

Per tentare di eliminare il flickering, “Windows Update” è un ottimo alleato poiché in molti casi rileva e aggiorna automaticamente i driver del display, installando quelli necessari (e eventuali pacchetti di aggiuntivi) al corretto funzionamento del dispositivo.

esempio di update con windows update
Windows Update ha rilevato e installato un aggiornamento AMD per il monitor in uso

Ricorda sempre di riavviare il computer dopo l’installazione di aggiornamenti.

Controlla le porte d’ingresso dei cavi

Ora passiamo alla parte “Hardware”. Non ci crederai, ma capita spesso che la fonte dei problemi non proviene dal software, ma dalla componente hardware.

I monitor esterni sono generalmente collegati attraverso cavi HDMI, i più vecchi con VGA, ma il discorso è il medesimo per entrambi i tipi. Anche le porte stesse giocano un ruolo fondamentale.

porta hdmi e vga di un laptop

Se lo sfarfallio è ancora presente:

  • Stacca il cavo HDMI/VGA da entrambe le porte (PC e monitor);
  • Pulisci i connettori e le porte di ingresso rimuovendo la polvere e le incrostazioni. Utilizza un apposito prodotto di pulizia dei contatti elettrici;
  • Riattacca i cavi facendo attenzione, inserendoli completamente nella porte dei dispositivi. Se usi il cavo VGA, avvita fino in fondo i piccoli perni laterali.

Sostituisci i cavi

I cavi HDMI non sono tutti uguali, esistono di diversa categoria, tipologia e versione. Acquista un cavo nuovo tenendo presente questi fattori:

cavo hdmi 8k 2.1
  • Usa un cavo HDMI di ultima generazione (2.0 o meglio 2.1).
  • Acquista un cavo HDMI con una lunghezza adeguata. Ricorda inoltre che più corti sono, meglio è.
  • Evita cavi HDMI a basso costo (questi sono la fonte primaria dei problemi di sfarfallio).
  • Evita adattatori (come VGA-HDMI o MicroHDMI-HDMI).

I cavi HDMI 2.1 supportano risoluzioni maggiori e traferiscono una maggiore quantità di dati rispetto alle versioni precedenti.

Cali di tensione / problemi elettrici

Non dare per scontato che le prese elettriche in uso siano perfettamente funzionanti. Una buona parte dei problemi si risolve semplicemente cambiando presa elettrica.

Se usi una comune “ciabatta” con tante prese attaccate, potrebbero esserci cali di tensione, e la multipresa potrebbe non riuscire ad erogare tutta l’energia e ad alimentare tutti i dispositivi.

non usare una multipresa o ciabatta

I monitor, le TV e gli schermi in generale risentono molto questo problema. Dunque si consiglia di attaccare la loro alimentazione con presa diretta sul muro (oppure cambiare presa).

Se vuoi usare una multipresa, allora acquistane una più adeguata con un maggiore Wattaggio.

Monitor difettoso

Se non sei riuscito a risolvere in nessun modo, allora poco resta da fare.

Contatta l’assistenza tecnica del produttore del monitor per cercare una soluzione. Non è da escludere un difetto del dispositivo.

Il supporto tecnico saprà certamente darti una risposta per risolvere il problema. In caso estremo contatta il venditore per procedere al cambio o al reso del prodotto (se in garanzia).

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA