Caricare il formato Webp in WordPress - post banner

Come caricare file WebP in WordPress senza Plugin

Vuoi caricare file in formato WebP nel tuo sito WordPress ma il CMS te lo impedisce?
Vorresti iniziare ad usare immagini ottimizzate in formato WebP nel tuo sito WordPress senza utilizzare pesanti plugin esterni ma non sai come fare?

Devi sapere che tutto questo è possibile e ti spiegherò come fare in questo articolo.

Caricare immagini WebP in WordPress senza usare Plugin

Il bisogno di ottimizzare e migliorare il proprio sito web per molti è una pratica frequente e si cercano spesso nuovi metodi e tecniche utili a questo scopo.

L’ottimizzazione delle immagini specialmente, che solo esse hanno un elevato impatto sulle prestazioni e velocità del sito e delle pagine.

Abbiamo già parlato in un precedente articolo sull’importanza di utilizzare un formato moderno e veloce per le immagini da pubblicare sul web, quindi sul nostro sito o blog. Attualmente infatti, il formato preferibile è WebP, capace di ridurre drasticamente le dimensioni delle immagini a discapito della qualità (comunque molto buona).

Leggi l’articolo per saperne di più.

Sorgono però dei problemi con questo formato utilizzando WordPress, ovvero, il CMS non permette il caricamento di file WebP, a meno che non si faccia uso di plugin esterni.

Vero sì che i plugin disponibili a questo scopo ce ne sono, ma perché farne uso se è possibile procedere anche senza?

Come ben saprai infatti, per mantenere un sito WordPress più “sano”, veloce e stabile bisogna ridurre il numero di plugin attivi. A meno che non siano indispensabili, ti consiglio di valutare possibilità alternative all’uso dei plugin.

Al nostro scopo infatti, è possibile caricare e usare file WebP in WordPress senza l’installazione di plugin. Per farlo ti basterà procedere come descritto in questa guida.

Se invece preferisci usare plugin, puoi sempre leggere qui quali di questi siano i migliori a questo scopo […].

Procedura

Per caricare qualunque file con estensione .webp in WordPress, senza installare e attivare plugin di terze parti, è possibile indicare qualche istruzione nel file functions.php, cioè un breve codice PHP che servirà ad abilitare e permettere l’upload di questo tipo di file.

Non ti preoccupare! I passaggi da seguire sono pochi e potrai continuare a lavorare nei tuoi articoli in breve tempo.

Prima di tutto, ti consiglio di attivare un Child Theme perché le modifiche apportate ad un tema originale verranno nullificate nel prossimo aggiornamento. Al contrario con un tema “child” rimarranno invariate.

Come creare e attivare un child theme in WordPress, leggi qui.

Il backup dei file non è d’obbligo in questo caso, in quanto il codice che andrai ad inserire sarà cancellabile in qualsiasi momento.

Ricordati però di fare un backup dei dati periodicamente.

Ora che è tutto pronto, ecco come procedere:

  • Apri il sito WordPress e vai al pannello amministratore;
  • Nella scheda Aspetto, clicca la voce “Editor del tema“;
Pannello "editor del tema" di WordPress
  • Alla destra della nuova finestra troverai il menù “File del tema“, qui clicca e apri “functions.php“;
Modifica del file functions.php di wordpress per abilitare file webp
  • Vai in fondo al documento ed incolla il codice riportato qui in basso:
// abilita formato web
function cc_bpweb_types($bpwebs) {
$bpwebs['webp'] = 'image/webp';
return $bpwebs;
}
add_filter('upload_mimes', 'cc_bpweb_types');
  • Salva e chiudi l’editor.

Puoi effettuare questa modifica sul file functions.php anche via FTP con un software apposito (come FileZilla).
In questo caso ti basterà accedere al server poi aprire il percorso: wp-content/themes/tuo-tema-child/functions.php.
Dopodiché incolla il codice alla fine del documento e salva.

Dopo aver completato l’operazione, potrai recarti nel menu Media di WordPress ed importare le immagini in formato .webp come sempre hai fatto con gli altri tipi.

L’unica differenza che potrai riscontare è che WordPress non visualizzerà l’anteprima delle immagini nel menu Media, per cui sarà difficile distinguerle (negli articoli invece verranno visualizzate).

Ti consiglio di creare una descrizione dettagliata delle immagini WebP importate, in modo da poterle ricercare successivamente.

Lascia un commento se ti è piaciuto l’articolo o se lo hai trovato utile

Iscriviti alla nostra Newsletter qui e seguici su Facebook per aggiornamenti!


Articoli recenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA