Aumentare la durata della batteria dello smartphone

Aumentare la durata della batteria dello smartphone

Vuoi dei consigli per aumentare la durata della batteria del tuo smartphone, tablet o altri dispositivi mobili?

Al giorno d’oggi, lo smartphone è uno strumento che portiamo sempre dietro con noi. Che sia per tutto il giorno o solo per dieci minuti, lo abbiamo sempre in tasca o nella borsa. Ormai è un oggetto indispensabile e che racchiude gran parte della nostra vita ed abitudini, usato quasi per qualsiasi cosa: Immortalare ricordi in magnifiche foto, contattare amici e parenti, gestire il nostro denaro o pagare, per il nostro tempo libero e intrattenimento e molto altro ancora.

C’è da ammettere però che i dispositivi mobili, sia vecchi che nuovi, hanno sempre avuto il loro tallone d’Achille nella batteria che l’accompagna, sia sulla durata (giornaliera) che sul ciclo vitale stesso.

Negli anni hanno portato numerosi miglioramenti in termini di qualità nelle batterie: il metodo di ricarica, i materiali utilizzati e le tecnologie sempre più avanzate, ma non sono mai riuscite del tutto a compensare del tutto il fabbisogno di energia dei dispositivi su cui vengono montate.

Le app che utilizziamo, i sistemi operativi sempre più evoluti, con grafiche sempre più appariscenti e veloci su schermi sempre più grandi, necessitano di molta energia per funzionare al meglio.

batteria scarica

La durata/autonomia media giornaliera media di una batteria può variare dalle 15 alle 20 ore in base all’utilizzo e capacità (può variare da molti fattori) con un ciclo vitale molto variabile da dispositivo a dispositivo.

Forse non sai però, che ci sono diverse tecniche utili per aumentare la durata vitale della batteria (anche di molto) del tuo smartphone, la corretta gestione del tuo dispositivo porterà miglioramenti significativi sia sulla durata giornaliera che su tutto il ciclo vitale. Qui di seguito i consigli e suggerimenti da tenere a mente per questo scopo:

Buone abitudini per aumentare la durata della batteria

Percentuale di ricarica

La migliore abitudine che puoi assumere è quella di tenere la batteria entro un determinato range/percentuale di carica.

Parliamo di mantenerla tra 30% minimo e l’80% massimo.

Perché questo? I dispositivi hanno bisogno di molta energia per mantenere attive tutte le funzioni. Scendere sotto il 20% porterà ad un calo di prestazioni del telefono e della batteria, che potrebbe danneggiarsi per l’eccessivo sforzo di mantenere un determinato livello di energia richiesto dall’intero sistema per il suo funzionamento.

Mai arrivare a 0%! Già scendere sotto il 20% è da evitare, ma arrivare allo zero è molto rischioso.

Perché non oltre l’80% invece? In questo caso è il contrario, un livello di carica troppo elevato porterà al un surriscaldamento della batteria, un sovraccarico non necessario. Come gonfiare un pallone più del dovuto, comprimerai troppo l’aria al suo interno e aumenterai le probabilità che esploda.

Non sempre è facile riuscire a mantenere il range tra 20-30% a 80%, ma per esperienza personale è sono questione di abitudine, e la differenza a lungo termine si sente.

Caricatori e cavi di qualità

Utilizzare cavi ed alimentatori originali o di buona qualità. Non comprare caricatori di dubbia provenienza o marche poco affidabili. Il rischio è di danneggiare irrimediabilmente sia la batteria che il telefono per l’alto surriscaldamento che questi provocherebbero, o per incompatibilità tra componenti per via della scarsa qualità.

Comprare gli accessori originali forniti dallo stesso produttore o affidarsi a prodotti con buoni punteggi e recensioni da parte di altri utenti.

Alte temperature

Non utilizzare il dispositivo se emana un eccessivo calore, l’elevate temperature possono danneggiare gravemente la batteria e rallentare le sue prestazioni (e quelle del telefono). Usare lo smartphone solo in caso di bisogno e non per tempi prolungati.

Il problema del surriscaldamento potrebbe presentarsi durante la carica del telefono, soprattutto per i dispositivi più vecchi. Attendere il completamento della carica e il raffreddamento del dispositivo.

Attenzione anche alle cover! Alcune coperture in base al loro materiale, potrebbero bloccare la dissipazione del calore verso l’esterno, impedendo così il raffreddamento dello smartphone.

Eccessivo numero di ricariche consecutive

Evitare il classico attacca e stacca dalla ricarica ripetuto. Ogni carica diminuisce il numero di cicli di ricarica possibili per una batteria, se avvengono in maniera consecutiva più di una volta nell’arco di poco tempo, diminuirà drasticamente la vita della batteria portando ad un calo di prestazioni globali ed alla sua sostituzione prima del dovuto.

Attendere una buona percentuale di carica prima di staccare il telefono, o munirsi di power bank.

Ricarica rapida

La ricarica rapida è una funzione molto comoda e utile per lo smartphone, ha però una controindicazione: la ricarica velocizzata aumenta il calore generato dalla batteria durante i minuti in cui è in carica.

Disabilitare questa opzione per prolungare la vita della batteria, per i telefoni che consentono la disattivazione.

Ricarica in modalità Aereo e in Risparmio energetico

Molti hanno riscontrato una ricarica velocizzata collegata all’attivazione della modalità aereo degli smartphone, questo perché alla sua attivazione molti servizi utili e pesanti, e che richiedono molta energia, vengono disabilitati.

Quest’azione comporterà ad una ricarica più rapida, ma anche ad una riduzione della durata giornaliera della batteria in quanto al momento della ricarica la sua capacità sarà ridotta.

Questo vale anche per la ricarica con il telefono in modalità Risparmio energetico.

Cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto per ulteriori consigli su come prolungare la durata vitale della batteria dello smartphone.

Iscriviti alla nostra Newsletter e seguici su Facebook.


Leggi anche: Come usare WhatsApp su PC […]

Articoli recenti

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA